Palmadoro, la grande storia di un piccolo cinema

di Corrado Giustiniani

PALMADORO

La grande storia di un piccolo cinema

di Corrado Giustiniani

Pagine 175, illustrato

Isbn 979 12800 23094

Euro 12,00

Ordini e info: ordini@edizionisabinae.com

In uscita il 22 ottobre 2020

___________________________

Trevignano era allora un piccolo villaggio di contadini e pescatori sulle rive del lago di Bracciano: poco più di mille abitanti, più somari, pecore e galline. Un giorno, verso la fine del 1939, nonno Fabio disse: “Questa gente merita il cinematografo”. Così andò a Roma, comprò un proiettore “modello Balilla”, lo piazzò nel suo laboratorio di falegnameria e nel 1940 iniziò le proiezioni con Frutto acerbo di Carlo Ludovico Bragaglia. Chi non aveva i soldi per il biglietto, pagava con frutta e uova.

Ha inizio così la grande avventura di questo piccolo cinema che nel 2020 ha compiuto 80 anni di vita, e che è stato fra i primi in Italia a riaprire le sue due sale al chiuso e la spettacolare arena estiva dopo il lockdown imposto dall’emergenza Covid. Palma è il nome di famiglia, che così bene si sposa con il cinema, e Palmadoro è la storia di ormai quattro generazioni che con coraggio e passione portano avanti la loro missione. 

Nonno Fabio muore nel 1944, mentre viaggia sulla Cassia col suo furgone a tre ruote, colpito da un aereo americano. Poi il figlio Fernando, che ritrova in una cassa, sotto terra, il proiettore messo al sicuro dal padre, e ricostruisce il cinema assieme ad Angelo Parissi, il fidato proiezionista, che avrebbe lavorato al Palma sino alla soglia dei novant’anni. Quindi Fabio, omonimo di tanto nonno, “il benzinaio con la passione della celluloide”, che salva a metà degli anni 80 il Palma dalla chiusura, trasformandolo in cinema d’essai, prima con il Premio Aiace per il miglior regista esordiente dell’anno, poi col Festival internazionale “La cittadella del Corto” e infine con la rassegna a tema “Trevignano FilmFest”. Adesso ad aiutare Fabio è il primogenito Francesco, al quale è affidato il futuro.

Tanti bei ricordi da rinverdire, dalla spettacolare proiezione in piazza di Amarcord, a Michelangelo Antonioni venuto a festeggiare i suoi novant’anni, al tripudio di folla attorno a Carlo Verdone. Sperando di infondere un po’ di fiducia e di entusiasmo, in un momento così difficile per lo spettacolo in sala.

_________________

Corrado Giustiniani è un giornalista, saggista, blogger e presidente del Trevignano FilmFest. Già inviato speciale de “Il Messaggero”, titolare del blog I nuovi italiani su L’Espresso.it, ha pubblicato, fra gli altri, i saggi  La casa promessa (Einaudi, 1981), Fratellastri d’Italia(Laterza 2003), Vivere insieme (Laterza 2007), Federico Caffè, contro gli incappucciati della finanza (Castelvecchi, 2013, assieme ad altri autori), Dinosauri (Sperling&Kupfer, 2015).

www.cinemapalma.com

www.trevignanofilmfest.it

palmadoro-dett

 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*